Sessulità tra mito e tabù

 

La #sessualità è un aspetto fondamentale dell’esistenza umana, ma nonostante questo per molti parlarne è ancora un #tabù cosa che fa sì che ci sia ancora un po’ di confusione su alcune tematiche. 

Cominciamo parlando dell’#identitàsessuale: cos’è?

Per identità sessuale si intende la dimensione soggettiva del proprio essere sessuati, è influenzata dalla complessa interazione tra aspetti biologici, psicologici, educativi e socioculturali. E’ un costrutto costituito da 4 componenti distinte:

  • Il sesso biologico è determinato delle caratteristiche genetiche, ormonali e anatomiche che definiscono l’appartenenza al sesso maschile, femminile o a una condizione intersessuale.
  • Il genere e la costruzione della relativa identità, invece, non sono aspetti determinati dalla natura, ma sono variabili psicologiche e culturali. In parole povere si tratta della convinzione individuale di essere un maschio o una femmina. Ciò significa che non è detto che una persona con caratteristiche sessuali maschili debba per forza identificarsi con il genere maschile e viceversa.
  • Il ruolo di genere è costituito dall’insieme delle prescrizioni e dalle aspettative sociali su ciò che è considerato adeguato per uomini e donne in una data cultura e periodo storico.
  • L’orientamento sessuale è definito come l’attrazione fisica e affettiva per persone di sesso diverso dal proprio, persone dello stesso sesso o entrambi.

L’identità sessuale, dunque, è il processo in cui il sesso biologico, i valori culturali e quelli personali annessi alla sessualità influenzano le percezioni di sé e i nostri comportamenti fin da bambini.

Privacy Policy